Pane fatto in casa

wpid-2015-11-19-23.47.26.jpg.jpegIl pane nelle tavole degli italiani è difficile che manchi.

Anche se negli ultimi decenni le abitudini alimenteri sono un po’ cambiate e di pane se ne mangia molto meno.

Personalmente non compro il pane tutti i giorni, ma se ho ospiti o durante le feste il pane è una di quelle cose che non deve mancare mai.

Il mio amico Luciano B. noto pittore di 80 anni (fortunatamente non ha internet e mi ucciderebbe se sapesse che ho detto la sua età lui si sente ancora un ragazzetto) mi racconta che quando era bambino andava a portare il pranzo nei campi ed il pane non mancava mai. Di solito lo accompagnava ad una fetta di formaggio.

Mia nonna mi racconta di quando era ragazza e che portava a cuocere il pane al forno del paese. Tutti arrivavano con il proprio pane che veniva firmato con uno stampino con le iniziali della famiglia, in maniera che fosse riconoscibile.

Mia nonna mi ha regalato quello stampino e oggi anche noi firmeremo il nostro pane.

Fare il pane fatto in casa per me è una soddisfazione pazzesca. Partiremo da una ricetta base, poi da quella sbizzarrirsi in pani ricchi e alternativi sarà un attimo.

Ingredienti:

  • 500 g di farina “0”
  • 1 cubetto di lievito fresco
  • 250 ml di acqua
  • sale q.b.
  • mezzo bicchiere di olio di semi
  • 1 cucchiaini scarso di zucchero.

Procedimento:

Per impastre utilizzo il mio braccio destro, che non è la mia assistente, ma è KitchenAid. Andrà benissimo anche impastare a mano oppure fate impastare alla vostra assistente😂😂😂😂😂

Mettete nella ciotola: acqua tiepida, il lievito sbriciolato, l’olio, lo zucchero e miscelate tutta la parte liquida in maniera da sciogliere gli ingredienti. Successivamente incorporate la farina e impastate fino a quando tutta la farina non sarà amalgamata in maniera omogenea.

Ricordate: è un impasto del pane quindi più lo si impasta meglio è.

Rimarrà un impasto molto umido e appiccicaticcio. Quando lo avrete impastato abbastanza, sporcatevi le mani di farina per riuscire a staccare l’impasto dalla ciotola e mettetelo a lievitare sulla teglia del forno, precedentemente sporcata di farina. Coprite il vostro impasto con un canovaccio e una copertina, come se fosse il vostro bimbo, lasciatelo lievitare per almeno 2 ore.

Passato il tempo di lievitazione, lavorate la vostra pagnotta in maniera da fare due sfilatini.

Rimettete la farina sulla leccarda del forno e adagiate gli sfilatini. Fate dei tagli in maniera da far avvenire la seconda lievitazione. Anche la seconda lievitazione dovrà avvenire a pane coperto, ma durerà soltanto una mezz’oretta, il tempo di portare il forno alla temperatura di 250 c°.

Passato il tempo, spennellate il pane con olio di oliva e mettete una spolverata di sale.

Infornate abbassando un pochino la temperatura e cuocete per circa 30 minuti. Provate poi con uno stecchino che l’interno sia ben cotto, ma che non si secchi troppo l’esterno.

A casa di Federica Egori stasera abbiamo tutti gustato il pane fatto in casa e Matilde entusiasta girava per casa dicendo: Papu papu la mamma ha fatto il pane……

 


5 risposte a "Pane fatto in casa"

  1. Ciao Federica prova ad usare il lievito madre in polvere è uno spettacolo il profumo è tutta un’ altra cosa, si certo ci vogliono 8 ore di livitazione ma che soddisfazione!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...